Home / D-Star / Ripetitore“DESMODROMICO” voice switchingretarder by IW0DZT

Ripetitore“DESMODROMICO” voice switchingretarder by IW0DZT

{jathumbnail off}L’idea nasce nel mese di aprile 2010 in quanto era arrivato il momento giusto per dotare la città di Roma e la sua provincia di un impianto ripetitore multifunzione per collegamenti radioamatoriali in analogico ed in digitale con apparecchiature D-Star.

Il sistema avrebbe dovuto quindi provvedere a far transitare, via ponte ripetitore, l’utenza in modalità di accesso classico analogico, e quella in tecnologia D-Star.
Un bel progetto ambizioso … hihi
In primo luogo sono state descritte le specifiche funzionali che doveva avere il sistema, per permettere un facile utilizzo da parte dell’utenza senza accavallamenti di BF dovute agli impegni in contemporanea da parte di modulazioni analogiche e digitali.
Un lavoro certosino scaturito da lunghe discussioni ed idee in proposito, tenute con i miei amici Giuseppe I0TVL, Federico IW0HRF e Cristiano IW0HLX, sulle quali il sottoscritto piano piano si è schematizzato le prime bozze degli stati di commutazione e di ritardo che dovevano far parte del nuovo ripetitore.
E così, dopo la realizzazione dello schema finale dello stadio, da me battezzato VSR (Voice Switching Retarder), ho proseguito con la costruzione e l’assemblaggio della relativa circuiteria (vedi foto). Instancabile lavoro notturno presso il mio laboratorio con orari al limite, dopo giornate lavorative intense passate in ufficio……sigh!
Praticamente lo stadio VSR controlla le due portanti modulate a seconda di come viene impegnato il ponte ripetitore (first in – first out), e disciplina sia il transito dell’annuncio in analogico, il cosiddetto beacon, sia la coda del ponte.
Di fatto, mentre le portanti modulate in analogico transitano, tramite sub-tono e con l’ausilio del VSR, direttamente verso l’apparato TX del ripetitore, la portante modulata a 9600 baud in digitale, sempre col VSR, raggiunge l’interfaccia D-Star Node Adapter “Satoshi” (in foto), opportunamente predisposta in “Desmodromico”, la quale a sua volta riporta i segnali GSMK sia verso il TX che verso un mini-pc (in foto) che si interfaccia infine con la rete D-Star XReflector003.
Nel momento in cui una modulazione digitale proviene dalla rete D-Star XReflector003, il sistema VSR predispone automaticamente il sistema in modalità digitale, escludendo pertanto il transito analogico, sempre che non ci sia già in atto una conversazione locale in modalità analogica (ho cercato di educare al meglio il sistema ….. hihihi).
Il passaggio del sistema da modalità analogica a modalità digitale, come detto precedentemente, è controllato da un circuito di ritardo che consente, dopo aver disimpegnato il ripetitore, di avere un intervallo di tempo (circa 30 sec) per seguitare a transitare con la stessa modalità. Praticamente è il tempo che ho ritenuto sufficiente per consentire le alternanze di operatore durante un QSO o per rispondere ad una chiamata.
In assenza di segnali utili, il ripetitore si trova in stand-by, in attesa che venga impegnato o in modalità analogica o in modalità digitale attraverso l’apparato RX.
La parte più difficoltosa in fase di realizzazione, è stata la costruzione di un circuito di controllo sui conflitti di modulazione provenienti dallo stesso apparato RX, ma grazie ai consigli del mio amico Marcello G. sono riuscito nell’intento.
Infine ho eseguito i dovuti test nel mio laboratorio, per il controllo funzionale delle circuiterie e per effettuare le relative tarature degli stadi Voice Switching e Voice Retarder. In ultimo ho eseguito le livellature dei segnali GSMK, provenienti dall’apparato RX, in ingresso ed in uscita sulla scheda desmodromica, con opportuna strumentazione.
Le prove di collaudo in rete Xreflector003 sono state a carico di Federico IW0HRF, che ha predisposto il ponte ripetitore sperimentalmente presso il suo QTH e messo a disposizione il collegamento ADSL verso la rete D-Star.
In breve tempo il ponte ripetitore, dopo le opportune autorizzazioni ministeriali, salirà in quota e anche la città di Roma e la sua provincia avrà a disposizione un sistema multifunzione per tutta la comunità radioamatoriale.
Un ringraziamento a Marcello G. che durante il suo tempo libero si è messo a disposizione con le sue preziose nozioni in elettronica, ed a Marco IW0RED il quale in qualsiasi ora del giorno e della notte si è reso disponibile con i suoi consigli sul “Desmodromico”.
Un particolare ringraziamento è indirizzato all’Associazione CISAR ed a tutti i suoi manutentori, che ci hanno consentito di collegare e sperimentare il nostro ponte ripetitore sulla rete D-Star XReflector003.

Roberto Matteocci IW0DZT

 

 

 

Condividi:
Tweet 20

About IW0DZT

Check Also

XRF390 e XRF043 perché due nuovi Xreflector

{jathumbnail off}Vi sarete domandati “ma che fine ha fatto XRF070?!“ Mentre la pausa estiva era …

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza "cookie tecnici" per fonirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Clicca su accetta per continuare a utilizzare questo sito. Questo messaggio, viene visualizzato sulla base della DELIBERA 19 marzo 2015 - Linee guida in materia di trattamento di dati personali per profilazione on line. (Delibera n. 161). (15A03333) (GU Serie Generale n.103 del 6-5-2015) Per informazioni: http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2015/05/06/15A03333/sg Cosa sono i Cookie? http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/3585077

Chiudi