Home / News A.O.T / Le bugie Hanno Le Gambe Corte…..

Le bugie Hanno Le Gambe Corte…..

{jathumbnail off}Il famoso detto popolare secondo cui le bugie hanno le gambe corte, è stato rispettato nella forma e nella sostanza dal Presidente e da coloro che erano presenti durante l’Assemblea dell’8 Aprile del 2015 svoltasi a Latina. Nel Verbale pubblicato integralmente in questo sito, troverete diverse incongruenze che sottoporrò alla vostra cortese attenzione, affinchè vi facciate un opinione basata sui fatti e non sulle chiacchiere della “commare”, raccontate dai pennivendoli dell’ultimora, o da coloro che predicano di voler aiutare e che invece contribuiscono a sfasciare tutto ció su cui loro stessi hanno basato i propri ideali fino al giorno prima, o da personaggi dal “sorriso stampato sulla bocca” che ballano con un piede di qua e uno di là.

 La prima bizzarria che vi segnalo, riguarda l’intenzione, non si sa bene di chi, di volersi “dimettere” e di voler “chiudere ” la Sede Periferica di Latina, dimenticandosi che tale facoltà è demandata esclusivamente ai Soci AOT che comporranno la prossima Assemblea Generale che si terrà nel 2016. Nel Verbale, come potrete leggere, il Tesoriere Maurizio Olleia parla all’Assemblea di difficoltà incontrate negli ultimi tempi, di divergenze di opinione e di gestione con il Consiglio Direttivo Nazionale, oltre che con la Presidenza Nazionale. Mi spiace dover osservare che quanto affermato dal Tesoreriere Sig. Olleia è manifestamente falso; primo perchè i dettagli di queste presunte problematiche avute col CDN e con la Presidenza Nazionale, non sono stati verbalizzati, il che significa che i Soci di Latina non sanno nulla di quanto sarebbe “accaduto”; secondo, cosa ben più grave, è il fatto che vi possa essere la possibilità che nel documento assembleare vi siano omissioni sul dibattito; terzo, che in ogni occasione (molto rare),  in cui il Sig. Olleia ha avuto contatti diretti ed esclusivi con la Presidenza Nazionale per motivi associativi, i rapporti con essa sono stati sempre ottimi e senza contrasti, e quindi non si giustifica questa sua nuova posizione. Alla luce di queste “critiche” non verbalizzate del Segretario, il “signor Rossi”, si aspetterebbe che a dar le dimissioni fosse lui; invece no !Sorpresa, sorpresa!

Colpo di scena; nel Verbale troverete con vostro sommo stupore che a darle, invece, è stato il Presidente Roberto Di Lenola, “per i motivi elencati e dibattuti nell’Assemblea”, tanto per intenderci quelli non verbalizzati.

Come vedete stiamo assistendo non ad un atto di legittime dimissioni di un Presidente che “lascia lo scettro” davanti al plenum dei Soci iscritti, ma alla “commediuccia all’italiana” di Caio che si lamenta e di Sempronio che si dimette; e c’è dell’altro, leggete qui: “i Soci presenti deliberano che le motivazioni del Presidente sono sufficienti a ritenere conclusa l’affiliazione a Onda Telematica Nazionale”: praticamente “se l’è  suonata e se l’è cantata”; non solo, il Verbale riporta che il Presidente ed il Consiglio Direttivo si mettono a disposizione dei Soci affinché vengano concluse le burocrazie per la chiusura definitiva della sede”, roba da matti! Il “solito signor Rossi”, a questo punto si aspetterebbe che, almeno per educazione, oltre che per prassi istituzionale, l’ex Presidente avesse informato telefonicamente chi scrive o il CDN della decisione presa, invece è giunta una semplice e-mail con informazioni sull’approvazione dei bilanci 2014 e 2015 (neanche allegati al verbale) e sulle sue dimissioni. Al riguardo, nella missiva elettronica, ha ribadito che esse sarebbero state causate da “divergenze di opinione e di gestione con il Consiglio Direttivo Nazionale, oltre che con la Presidenza Nazionale di Onda Telematica, facendo eco alle parole del Tesoreriere. Per quanto riguarda infine la possibilità di dibattere l’argomento in Assemblea Nazionale dei Soci, Roberto Di Lenola ha ritenuto “inopportuno un confronto sulle problematiche sorte con il C.D.N. di Onda Telematica in occasione dell’Assemblea Nazionale dei Soci”, il che significa che egli non ritiene di dover partecipare all’assise.

A parere di chi scrive, questo atteggiamento dell’ex Presidente è manifestamente infantile e codardo; esso dimostra sia l’inconsistenza delle accuse mosse verso il CDN, che durante questi anni ha seguito e supportato la Sede Periferica di Latina in tutte le sue necessità (Fiere, Diplomi, Ripetitori, ecc…) ultima delle quali ha riguardato l’Award di Piana delle Orme, sia la sua incapacità di sostenere certe posizioni rivelatesi ambigue e contraddittorie davanti a tutta Onda Telematica. 

A questo punto, il nostro “signor Rossi” si chiederà che succederà?

Succede che tutti i Soci di Latina, come tutti gli altri iscritti, restano tali per Statuto fino al 31 dicembre 2015, quindi, a mio parere, debbono partecipare tutti all’Assemblea di Domenica 12 aprile 2015, e dire tutto ciò che a loro avviso non va. Quello che si è dimesso, eventualmente, è il Presidente ed il Consiglio Direttivo, vorrà dire che ne sceglierete di migliori e più affidabili. 

Coraggio amici, tirate fuori le antenne se ce le avete ancora ! 

Scarica il “Verbale” A.O.T Latina

Il Presidente Nazionale AOT

Giuseppe Voci

Condividi:

About Giuseppe Voci

Check Also

Premio Louis Braille

Carissimi amici ed amiche del sito e della News Letter associativa,in questa occasione, mi rivolgerò …

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza "cookie tecnici" per fonirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Clicca su accetta per continuare a utilizzare questo sito. Questo messaggio, viene visualizzato sulla base della DELIBERA 19 marzo 2015 - Linee guida in materia di trattamento di dati personali per profilazione on line. (Delibera n. 161). (15A03333) (GU Serie Generale n.103 del 6-5-2015) Per informazioni: http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2015/05/06/15A03333/sg Cosa sono i Cookie? http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/3585077

Chiudi