Home / HF / Ma che fine hanno fatto le bande tropicali?

Ma che fine hanno fatto le bande tropicali?

{jathumbnail off}Per rispondere ad una domanda come questa, miei giovani virgulti, dovreste prima sapere cosa sono le bande tropicali e poi capire che fine abbiano fatto.
Allora cosa sono queste benedette bande tropicali?

Un gruppo musicale persosi nei tropici?
Uno spazio di mare infestato dai pirati al tempo della filibusta?
Un luogo ricco di palme e dolci creature pronte a soddisfare i nostri capricci?
Acqua! acqua! ancora acqua!
niente da fare; e allora?
Allora pensate alla radio ed avrete la soluzione.
Le bande tropicali, sono frequenze radio utilizzate nei Paesi dei Tropici per effettuare il servizio di radio diffusione, a causa della loro grande efficienza propagativa.
Fino a non molto tempo fa, su queste frequenze, si ascoltavano migliaia di segnali trasmessi da stazioni situate tra il Tropico del Cancro e quello del Capricorno.
Ovunque si accendevano potentissimi trasmettitori o vecchi residuati di guerra; l’importante era esserci e farsi sentire; poi, sono arrivate la crisi e le nuove tecnologie, che hanno dato inizio alla “radio desertificazione”.
Già dal 2008 infatti, le cose sono completamente cambiate e la moria di stazioni radio sulle bande tropicali, è divenuta una realtà sempre più grave.
L’alto costo di esercizio dei trasmettitori in ampiezza modulata, ha fatto ben presto preferire ai gestori delle radio, il trasferimento dei segnali su satellite e la loro riconversione su FM tradizionale (88 – 108 MHZ), con un risparmio economico e ambientale incontestabile e qualità audio superiore .
Se continua così però, nelle Bande Tropicali, non si ascolterà più nulla!
Ne sanno qualcosa gli SWL di tutto il mondo che ad orari ormai rodati, provano e riprovano, nella speranza di sentire ancora fra i disturbi crescenti, una emissione dei tropici.
La situazione attuale fra 3200 e 5100 KHZ è molto diversa da quella che la mia generazione ricorda almeno fino ai primi anni ’90.
Qualche stazione dall’America Latina continua nonostante tutto, a farsi sentire, stessa cosa dicasi per l’Africa e per l’Asia, ma lo spettacolo è finito.
Se volete provare a sentire qualcosa, dovrete mettervi di impegno e negli orari giusti.
Tenete conto che queste frequenze, sono notturne, le migliori condizioni di ascolto, potreste trovarle verso il centro e sud America, in corrispondenza al “loro tramonto”.
Se invece volete ascoltare verso l’estremo oriente, provate in corrispondenza al “nostro tramonto”.
Se in fine volete essere costantemente aggiornati sugli ascolti da fare, consultate il sito:
www.mcdxt.it
Nell’augurarvi buon ascolto, vi invito a scrivere due righe riguardanti la vostra esperienza di SWL.

Giuseppe Voci I0TVL

 

 

 

Condividi:

About I0TVL

Check Also

Alcuni Momenti Di JAMBOREE…

    {jathumbnail off}Nel terzo week end del mese corrente La nostra Associazione si e resa …

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza "cookie tecnici" per fonirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Clicca su accetta per continuare a utilizzare questo sito. Questo messaggio, viene visualizzato sulla base della DELIBERA 19 marzo 2015 - Linee guida in materia di trattamento di dati personali per profilazione on line. (Delibera n. 161). (15A03333) (GU Serie Generale n.103 del 6-5-2015) Per informazioni: http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2015/05/06/15A03333/sg Cosa sono i Cookie? http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/3585077

Chiudi