Home / Ministero / Breve Messaggio Del Presidente Nazionale

Breve Messaggio Del Presidente Nazionale

{jathumbnail off}Un saluto a voi lettori, soci e simpatizzanti e ben tornati dopo le vacanze estive; ben trovati anche a voi che, per un motivo o per l’altro, siete rimasti a casa.Mi auguro che almeno vi siate riposati, anche se solitamente, la casa, è una fonte inesauribile di cose da fare. In attesa di ritrovarvi nelle Sedi Periferiche, o presso il Nazionale,desidero ragguagliarvi brevemente sulle ultime novità che stanno “bollendo in pentola”: 

 CONSULTAZIONE P.N.R.F., richiesta dal Ministero a cui è seguita la bozza di revisione P.N.R.F. elaborata da diverse Associazioni fra cui Onda Telematica e presentata al Ministero dal CISAR. I Sodalizi presentatori, a cui per dovere di cronaca va aggiunta anche aircin, hanno convenuto sui seguenti punti fondamentali:

1; Il P.N.R.F. è il solo riferimento da rispettare e tenere in considerazione , in quanto legge dello Stato. 

Si tratta lo ricordo, dell’insieme di Norme che ripartiscono le frequenze, ivi con prese quelle assegnate ai radioamatori;

 2; il BandPlan IARU, rappresenta esclusivamente un piano di ripartizione frutto di accordi privati fra i suoi aderenti a livello mondiale, (gentleman agreement). 

 Ricordo che l’Italia, appartiene alla Regione 1 ed è rappresentata a livello IARU dall’ARI. 

3; Le Associazioni presentatrici, NON riconoscono la IARU, poichè come noto, essa riconosce un solo referente per nazione e non tiene conto delle mutate situazioni nazionali;

4; Le Associazioni presentatrici sono contrarie al recepimento del BandPlan IARU in Italia, , in quanto, tali norme, se applicate, costituirebbero un ulteriore limitazione che si aggiungerebbe a quelle che già penalizzano i radioamatori del nostro Paese, rispetto agli omologhi europei.

La novità che ha caratterizzato l’inizio delle ultime consultazioni, ha riguardato i contatti con l’ARI, la quale, si sarebbe espressa favorevolmente sulla possibilità di ricercare una linea comune da seguire nei confronti del Ministero, per sbloccare la problematica, e allora, perchè non provarci?

Noi, siamo sempre per il dialogo, ma l’ostacolo più grande in questo frangente, sembra essere la IARU., la cui proposta iniziale, è stata quella di farci “riconoscere” il bandplan”. 

La proposta è stata ritenuta irricevibile, ciò malgrado, si è tentato di valutare la possibilità di condividerla almeno nelle bande internazionali in comune con regioni ITU1-2-3,  e giungere ad un accordo interassociativo per le bande VHf – UHf – SHf  .

Questo è quanto fin’ora, ulteriori ragguagli alla prossima puntata.

Il Presidente Nazionale Giuseppe Voci i0tvl

Condividi:

About Federico Fonti

Check Also

WRC: Ce la faremo?

Carissimi amici ed amiche, ricorderete che nell’articolo intitolato “WRC: potremo Farcela” pubblicato sul sito associativo …

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza "cookie tecnici" per fonirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Clicca su accetta per continuare a utilizzare questo sito. Questo messaggio, viene visualizzato sulla base della DELIBERA 19 marzo 2015 - Linee guida in materia di trattamento di dati personali per profilazione on line. (Delibera n. 161). (15A03333) (GU Serie Generale n.103 del 6-5-2015) Per informazioni: http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2015/05/06/15A03333/sg Cosa sono i Cookie? http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/3585077

Chiudi