Home / D-Star / XREFLECTOR 070 BY Onda Telematica

XREFLECTOR 070 BY Onda Telematica

{jathumbnail off}PREMESSA

Il reflector D-STAR può essere considerato un ripetitore senza porte radio con una buona connessione ad internet.

Il ripetitore radio, è invece situato in altura, non dispone sempre di una connessione ad internet, ed offre un area di copertura spesso molto interessante.

 

Il Reflector può essere situato ovunque vi sia una buona connessione ad internet; di solito all’interno di centri di gestione dati, dove sono presenti le migliori condizioni di velocità e larghezza di banda, che permettono alla struttura di gestire connessioni con molti ripetitori contemporaneamente, senza cedimenti.

Al contrario, un normale ripetitore, potrebbe mantenere in connessione soltanto un paio di altri ripetitori, a condizione che esso sia impostato in modalità interconnessione.

Questa particolare caratteristica, fa del reflector un ottimo strumento per connettere tra di loro una molteplicità di ripetitori e consentire l’accesso alla rete D-STAR anche ai possessori di DV Dongle (chiavetta usb).

Il reflector dispone altresì di porte multiple che vengono generalmente individuate con lettere tipo A, B, C, in base alla banda di emissione, sulla falsa riga di quelle dei ripetitori radio.

 

Cenni tecnici 

Una delle domande più ricorrenti a cui bisognerà dare una risposta per sgomberare il campo da inutili equivoci riguarda la differenza tra Reflector e X-Reflector.

Come in tutte le cose gestite da radioamatori, anche in questo caso esiste una contrapposizione tra due reti D-STAR: una ufficiale ICOM, l’altra di tipo Open Source, i cui diversi software, sono accessibili e modificabili da tutti.

Anche l’elevato costo dei ripetitori ICOM, ha favorito la ricerca di strade alternative, a ciò va aggiunta la possibilità concreta di allestire ripetitori D-Star in modo più agevole e sicuramente meno costoso.

I reflector, computer centrali a cui sono collegati i gateway e i ripetitori della rete ufficiale sono chiamati semplicemente “Reflector”, mentre quelli della rete Open Source “X-Reflector” o “Open Reflector”.

Il software che fa funzionare i reflector della rete ufficiale è D-PLUS, quello che fa girare gli X-Reflector si chiama invece Dextra.

Un’altra differenza, tra la rete D-STAR ufficiale e quella Open Source, è che la prima è “monocentrica” ossia gestita da un unico server centrale, mentre la seconda è costruita da più reti indipendenti “MultiTrust”.

Dal punto di vista pratico, un Reflector o un X-Reflector, non sono altro che dei concentratori, molto simili alle conferenze Echolink, nel senso che, a meno di impostazioni particolari, è possibile ascoltare e partecipare al QSO, transitando su tutti i ripetitori connessi alla rete.

 

Pertanto è chiaro che il D-Star può considerarsi una modalità trasmissiva digitale, come sono l’AM, l’SSB e l’FM per l’analogico; che i ripetitori possono essere o meno collegati ad internet e che, per mantenere un elevato numero di connessioni,  essi hanno bisogno di molta banda, cosa che in quota, dove solitamente sono ubicati, non è sempre possibile.

Inoltre in D-star esistono dei server in grado di sostenere centinaia di connessioni contemporaneamente (reflector, xreflector).

 

La nostra Xreflector 

L’Associazione Onda Telematica,  dopo aver condotto con successo un periodo di sperimentazione, ha collegato sull’XReflector proprietario due ripetitori digitali, tramite la rete interna a larga banda MTN (Microwave Telecommunication Network) di tipologia WiFi a 5 GHz.

Questa soluzione di rete ha permesso all’Associazione di programmare l’accensione di eventuali nuovi ripetitori nelle zone radiofonicamente difficili, di gestirne il loro funzionamento da remoto, di verificarne lo stato e comandarne l’eventuale disattivazione, senza bisogno di essere connessi alla rete pubblica.

 

In particolare al nostro XReflector possono essere connessi sistemi tipo HotSpot (impianti a frequenza simplex) o Gateway (impianti ripetitori a frequenza duplice). La peculiarità dell’ XReflector 070 di AOT e quella di essere completamente svincolato dalla rete digitale classica (adsl), e di far interconnettere questi sistemi diversi attraverso una propria rete privata di tipo WiFi. Tale rete, denominata MTN, permette in casi particolari, anche l’interconnessione con la classica rete internet adsl. In pratica, i nostri ripetitori digitali D-Star possono connettersi con altre analoghe reti D-Star, tramite il su citato XReflector, usando come veicolo la rete MTN a 5GHz, permettendo così un’ampia copertura del territorio. 

 

Oggi, l’Associazione Onda Telematica, è orgogliosa di annunciare che ha ufficialmente aperto il suo XReflector 070 agli utenti, per farne apprezzare le caratteristiche qualitative di funzionamento.

About Super User

Check Also

XRF390 e XRF043 perché due nuovi Xreflector

{jathumbnail off}Vi sarete domandati “ma che fine ha fatto XRF070?!“ Mentre la pausa estiva era …

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza "cookie tecnici" per fonirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Clicca su accetta per continuare a utilizzare questo sito. Questo messaggio, viene visualizzato sulla base della DELIBERA 19 marzo 2015 - Linee guida in materia di trattamento di dati personali per profilazione on line. (Delibera n. 161). (15A03333) (GU Serie Generale n.103 del 6-5-2015) Per informazioni: http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2015/05/06/15A03333/sg Cosa sono i Cookie? http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/3585077

Chiudi